I fichi bianchi del Cilento

Frutta secca e legumi | 28.06.2010 | Commenta

Il fico bianco del Cilento

Il Fico bianco del Cilento è un prodotto tipico della regione Campania, prodotto essiccato della pregiata varietà “Dottato”, presente in tutto il mezzogiorno italiano. Selezionato e diffuso nel corso dei secoli nel Cilento, il Bianco del Cilento vanta caratteristiche uniche e fama internazionale. Deve il suo nome al colore chiaro della sua buccia, un giallo tenue tipico del frutto essiccato che diviene ambrato successivamente alla cottura in forno. Ne fanno un prodotto di eccellenza per il mercato dei fichi essiccati la polpa pastosa e il gusto dolce, gli acheni prevalentemente vuoti e il ricettacolo interno quasi interamente pieno.

La sua presenza nel Cilento sembra precedente al VI secolo a.C., attribuibile con ogni probabilità ai tempi delle colonie greche. Autori di epoca romana quali catone e Varrone ne decantano le qualità e lo indicano come prodotto alla base dell’alimentazione della manovalanza impegnata nel lavoro dei campi. Una fiorente attività di produzione e commercializzazione è documentata ancora nel 1486 nel Quaterno doganale delle marine del Cilento. Nei secoli – da “pane dei poveri” – diviene prodotto rinomato tipico del periodo natalizio.

Oggi la zona di produzione del Fico Bianco del Cilento DOP comprende ben 68 comuni, posti a sud di Salerno, dalle colline litoranee di Agropoli fino al Bussento e in gran parte inclusi nell’area del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano. La Campania è la regione italiana che vanta la maggiore produzione di fichi, con circa 11 mila tonnellate di prodotto fresco annue, provenienti da circa 8.000 ettari, oltre il 25% della produzione nazionale ed il Cilento, da solo, partecipa per circa il 70-75% della produzione totale Campania, con un raccolto medio annuo di 7-8.000 tonnellate di prodotto fresco delle quali  1-1.200 tonnellate all’anno sono destinate all’essiccazione.




Potrebbe interessarti anche:


Feed RSS

Ti piace questo blog? Segui le news di questo sito! Iscriviti gratuitamente ai Feed RSSfeed RSS


Autore:

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!