Il Marketing di nuova generazione per la ristorazione

Primo Piano | 19.06.2012 | 1 Commento

Il Marketing di nuova generazione per la ristorazione

Daniele Cerroni di Cibando offre alcuni consigli utili

Intervista, R=Ristormarkt, D= Daniele:

“Fare qualità e non comunicarla… è come non farla!” questo il messaggio che vuole trasmettere Cibando con il suo Marketing Manager, Daniele Cerroni, da noi intervistato.

R: Salve Daniele e grazie per averci concesso questa intervista.
D: Salve a voi, è veramente un piacere collaborare con il vostro portale.

R: Grazie, partiamo subito con la prima domanda riferita alle nuove tecnologie al servizio del marketing: quali sono quelle che aiutano maggiormente a comunicare oggi?
D: Indubbiamente il web. Internet è il primo vero canale di comunicazione e pubblicità dei giorni nostri. Bisogna considerare l’accezione più ampia del termine ed inserire nel concetto anche i Social Network, fondamentali per creare il cosiddetto “passaparola”.

R: Come può un ristoratore sfruttare al meglio queste forme di comunicazione?
D: I gestori dei ristoranti spesso non riescono a trovare metodi efficaci per far conoscere alle persone quello che offrono. Andreste mai a mangiare nel ristorante con i più buoni supplì d’Italia senza conoscerne l’esistenza? Un consiglio che mi sento di dare è quello di creare il sito web del proprio locale ma stare molto attenti a come questo viene realizzato. Nel 2012 un ristorante non può non avere un sito web di qualità, che presenti i contenuti del locale nel migliore dei modi. Se proviamo ad andare alla ricerca di qualche ristorante su internet, ne troviamo il sito (e già questo è difficile) e lo apriamo, noteremo che la maggior parte delle volte questo non è di semplice fruizione o non presenta informazioni sufficienti e soprattutto soddisfacenti. In questo modo si allontana il cliente, non lo si attrae.

R: Quali sono quindi i contenuti che non devono mancare sul sito web di un locale?
D: I ristoratori si impegnano nel cercare il massimo della qualità, amano quello che fanno emettono impegno e passione al servizio del proprio locale. Il cliente percepisce solo in minima parte tutto quello che avviene dietro le quinte e non immagina il lavoro a 360 gradi che svolgono lo chef ed i suoi assistenti in cucina. Bisogna quindi dare risalto a questo aspetto, mettendoci la faccia ed aprendo la propria cucina. Questo è il contenuto principale.

R: In che modo si deve “aprire la cucina” di preciso?
D: Molti ristoratori mostrano le foto dell’esterno del locale, la sala con i tavoli apparecchiati, il giardinetto interno…ma queste sono solo la punta dell’iceberg, molto importanti certamente, ma non fondamentali. Quello che il cliente effettivamente apprezza del locale in cui si reca, è ciò che mangia. Si dice che “anche l’occhio vuole la sua parte” ma nel caso della ristorazione bisogna tenere in considerazione soprattutto che è il palato ad essere il vero protagonista che vuole essere soddisfatto. Mostrare le creazioni, le ricette, le opere dello chef, l’intimità della cucina nella quale vengono preparate, gli “artisti che le dipingono con cura” cucinandole ingrediente dopo ingrediente. Questo comunica qualità e da credibilità al locale.

R: Quindi le foto sono la forma di comunicazione principale, il mezzo che fa da tramite tra il ristoratore ed il cliente?
D: Esattamente, le immagini dicono più di mille parole. Si comunica con le immagini perché sono immediate, un linguaggio universale comprensibile da tutti. Facciamo un esempio: un piatto di Amatriciana, anche se descritto perfettamente con cura ed abbondanza di particolari, non farà mai venire l’acquolina in bocca quanto vederne una fotografia. Le immagini sono immediatamente comprensibili, fanno venire fame in pochi istanti e sono quelle che rimangono più a lungo nella memoria. Il fruitore del web può consultare velocemente le foto, non deve fermarsi a leggere nulla e non ha bisogno di alcuna traduzione. Questa forma di comunicazione per la ristorazione è il massimo.

R: Passando ai Social Network, come si può “comunicare” tramite questi nuovi mezzi?
D: Uno dei maggiori social network moderni è indubbiamente Facebook. Questo offre una vetrina di assoluto rispetto per un ristoratore, mettendo a disposizione uno spazio sul quale poter inserire le proprie informazioni ed avere un contatto ed una interazione con i clienti. Su Facebook è possibile creare un profilo del proprio locale, inserire foto di qualsiasi genere, informazioni generali, condividere eventi e comunicare facilmente e velocemente con tutti i clienti reali o potenziali. Sarà così possibile sfruttare il passaparola, svilupparlo ed accelerarlo, puntando sull’apprezzamento e la condivisione dei contenuti, sempre e dovunque.

R: E le guide cartacee che fine faranno?
D: Continueranno ad esistere ma le persone dovranno sempre ricordarsi di portarle con loro. Ormai sono in molti a possedere la connessione internet sul proprio telefonino, palmare, smart phone, ecc. Tutti questi dispositivi vengono tenuti sempre a portata di mano, nelle tasche dei clienti e soprattutto di quelli potenziali che non conoscono un determinato locale. Con una breve ricerca su internet sarà possibile trovare il ristorante più vicino a noi, una pasticceria, una pizzeria, un forno, una pescheria, una macelleria e chi più ne ha più ne metta. Inoltre con i servizi di geolocalizzazione e navigazione presenti sui vari dispositivi tecnologici moderni, sarà possibile farsi guidare direttamente di fronte all’ingresso di un locale, senza bisogno di mappe e cartine varie che, come le guide, dovremo preventivamente esserci ricordati di prendere da casa.

R: Perfetto, sei stato molto chiaro Daniele, grazie. Vuoi fare un saluto ai nostri lettori?
D: Grazie a voi, spero di essere stato d’aiuto. Un caloroso saluto a tutti i lettori di Ristormarkt Blog!

Foto di: Daniel Iversen


Potrebbe interessarti anche:

Tags:

Feed RSS

Ti piace questo blog? Segui le news di questo sito! Iscriviti gratuitamente ai Feed RSSfeed RSS


Autore:

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

  • http://twitter.com/iNGMar1o Mario Ruggiero

    “le immagini dicono più di mille parole e sono immediate” a differenza di tante parole, che cmq possono incantare, le foto possono farti venire immediatamente l’acquolina in bocca! Si dovrebbe inserire una nota:’tenere lontano dalla vista di chi è a dieta’